Istituto Comprensivo "G. Parini" di Camposampiero

Scuole dell'Infanzia, primarie, secondaria di primo grado, punto erogazione CPIA

Home Infanzia "Arcobaleno"

Notizie dalla Scuola dell'Infanzia di Rustega

PICCOLI PANETTIERI AL LAVORO….

altGiornata di grande lavoro per i bambini di 4 e anni che, in visita ad un panificio, per un giorno si sono trasformati in piccoli panettieri. Guidati dagli abili insegnamenti di Michela, panettiera esperta, ecco pronti tutti gli ingredienti: farina, acqua, sale, lievito!!!! Ogni bambino ha impastato,  tirato, schiacciato, modellato, creato con fantasia e creatività una speciale pagnotta.alt

Tutto pronto per essere infornato e…. guardate che meraviglia!!!!!!!

Ognuno ha portato a casa la sua pagnottina, con le forme più svariate, e dal sapore croccante e delicato..

Ci siamo proprio divertiti… È stato un laboratorio del fare piacevole e gustoso!!!

GIOCO-LIRICA ALLA SCUOLA DELL’INFANZIA

altQuest’anno i bambini grandi sono entrati nel mondo dell’opera lirica con  la bellissima fiaba di TURANDOT, opera di Giacomo Puccini. Direttamente dall’Arena di Verona, è arrivata Sabrina con la sua voce spettacolare. Sabrina è riuscita ad incuriosire i bambini, proiettandoli in un contesto che si fonde tra musica, parola e teatro. L’affascinante fiaba di TURANDOT, la principessa dal cuore di ghiaccio, ha coinvolto i bambini all’ascolto, al canto, al canto lirico dal vivo, alla comprensione dei suoni attraverso il linguaggio del corpo. La musica associata alla storia cantata ha coinvolto emotivamente tutti i piccoli artisti, che si sono gettati a capofitto con gioia e divertimento in questa nuova e particolare avventura.

Grazie a Sabrina che ci ha avvicinato al mondo della lirica, conentusiasmo e passione, suscitando in tutti noi un nuovo interesse e la voglia di spaziare verso nuovi orizzonti.

27 gennaio “Giornata delle memoria”: SHALOM !

La Repubblica Italiana ha istituito la“Giornata della Memoria”con la legge 20 luglio 2000, n. 211, scegliendo come giorno il 27 gennaio (data dell'abbattimento dei cancelli di Auschwitz) per ricordare la Shoah, le leggi razziali, la persecuzione italiana degli ebrei, gli italiani che hanno subìto la deportazione, la prigionia e la morte.

Per dare valore e significato a quanto accaduto e trasmetterlo alle giovanissime generazioni, oggi tutti noi della scuola primaria “Battisti”, dagli alunni ai docenti, dal personale amministrativo ai collaboratori scolastici e insieme al dirigente scolastico ci siamo ritrovati in cortile per un breve momento commemorativo, intonando due semplici canti ebraici “Gam Gam Gam” e “Havenu Shalom Aleichem”, poi tutti abbiamo adagiato per terra dei sassolini e costruito la parola SHALOM. Perché proprio questa parola?

Shalom - generalmente tradotta con “pace” - è una parola ebraica che discende dalla radice shlm, un verbo che  rimanda ad un particolare aspetto della realtà, cioè “interezza, integrità, sano, essere senza danno”. Il suo equivalente in arabo è salàm, col significato di “essere al sicuro, fiducioso e perdonato”, si pensi che perfino la parola Islam rimanda alla pace (dalla radice protosemitica s-l-m). I cristiani si scambiano la parola pace, si stringono la mano l’un l’altro. I musulmani quando si salutano si danno la pace e mettono la mano sul petto vicino al cuore. Gli ebrei con gioia quando si incontrano dicono slalom, pace. Il saggio e giusto re Salomone fu chiamato così perché garantì pace e prosperità negli anni del suo regno. La stessa città di Gerusalemme è detta città della pace. 

Ma affinché quanto accaduto non succeda mai più, è necessario vivere la pace: con noi stessi, con il prossimo, con chi è diverso da noi, con apertura e comprensione nei confronti di chi ha un bisogno che non riesce talvolta a comunicare. La comunità scolastica è pronta a farlo e lo fa, e oggi abbiamo voluto trasmetterlo a tutti.

 

alt

Auguri dalla scuola dell'infanzia "Arcobaleno"

altNatale è alle porte e in tutto il mondo ci si prepara a questo momento speciale.

Anche al Polo Nord, tra neve e ghiacci, la magia del Natale accarezza il cuore di tutti.

I bambini della Scuola dell’Infanzia faranno gli auguri ai loro genitori:

lunedì        19 dicembre sez. gialla

martedì      20 dicembre sez. rossa

mercoledì  21 dicembre sez. verde

giovedì      22 dicembre sez. blu

BUON NATALE A TUTTI!!!!!!!

Grazie cuoca Loretta!

altUn grazie di cuore alla nostra “Mitica Loretta”, cuoca speciale che per tanti anni ha regalato ai nostri bambini pranzetti speciali. Ottime  le sue polpette e purè,  deliziose le crocchette di spinaci che ci fanno diventare forti come Braccio di Ferro!!! Che splendidi i cavallini di San Martino con gli zoccoli di nutella! E non parliamo dei tanti dolcetti fatti da lei per rallegrare ogni occasione speciale! Grazie Loretta per la grande passione e sensibilità che sempre hai dimostrato verso tutti i bambini. Quando puoi…ti aspettiamooooooo….vieni a trovarci!!!!

Ciao a tutti!

altÈ iniziato un nuovo anno scolastico con una gradita sorpresa.. Il primo giorno di scuola….tra sorrisi…abbracci…e qualche lacrima è venuta a trovarci Katia…il sindaco di Camposampiero. Siamo stati felici di averla tra di noi e subito i bambini l’hanno accompagnata in giardino a vedere i  loro giochi…

E’ stato bello vedere la spontaneità e la leggerezza dei nostri bambini nell’accogliere il sindaco, il luccichio dei loro occhi nel farle vedere i giochi e il desiderio di prenderla per mano per accompagnarla in un piacevole giro turistico.

Grazie sindaco Katia….ti aspettiamo ancora!!!!!

In viaggio…verso la scuola primaria”

altIn questi giorni i bambini grandi della scuola dell’Infanzia “Arcobaleno” sono andati a far visita alla Scuola Primaria di Rustega in relazione al progetto Continuità. Il viaggio è stato breve…abbiamo solo attraversato la strada…ma l’accoglienza è  stata molto calorosa. Le insegnanti delle classi prime ci hanno regalato tanti sorrisi  rassicuranti. È stato bello rivedere i vecchi compagni..com’erano cresciuti!!! E a qualcuno, erano pure caduti dei denti!!!! Che  buffi! È stata una mattinata intensa e ricca di novità. alt

Bella la storia del “Viaggio del Tucano” che la maestra ci ha raccontato. Emozionante lavorare fianco a fianco con i bambini della primaria e realizzare un enorme cartellone fatto tutto da noi. Interessante la visita in tutti i locali della scuola dove, anche  le altre maestre, ci hanno accolto con simpatia.

E che dire della  “Ricreazione”???  Abbiamo imparato il significato di questa nuova parola e i bambini dell’infanzia hanno proprio apprezzato questo momento: finalmente, aperti  gli zainetti preparati dalle mamme…hanno divorato le tante leccornie portate da casa.  

E’ arrivato poi il momento dei saluti. I bambini grandi  hanno affrontato questo piccolo viaggio con un po’ di timore ma, al ritorno, erano felici e rassicurati: la scuola primaria è proprio interessante!!!

E allora…a tutti i nostri bambini grandi: BUON VIAGGIOOOO!